Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2014

quale comportamento devi avere di fronte ad un potenziale fornitore?

Quante volte ti sei trovato nella necessità di dover prendere delle decisioni importanti per la tua azienda a livello di infrastruttura di comunicazione, di connettività, o per mettere in sicurezza la tua azienda o, più semplicemente per apportare un miglioramento a quello che stai già utilizzando. Dapprima avrai contattato il tuo fornitore storico che ti avrà magnificato la sua soluzione che non è certamente quella che pensavi ma, lo conosci da molto tempo, “bene o male” ti ha sempre cercato di soddisfare e anche in questo caso è qui per questo e bla,bla,bla. Sbagliato non è bene. Prendi in considerazione di ascoltare altri potenziali fornitori visto che la risposta del tuo fornitore storico non ti ha soddisfatto. Ne ascolti due o tre e, con sorpresa, ti accorgi che le proposte per la tua soluzione sono diverse l'una dall'altra. Seduto nella tua scrivania sei davanti a dei fogli con degli appunti che ti mettono nella condizione prima, di dover capire, secondo del perché per un…

i quattro parametri principali in un sistema di videosorveglianza per scegliere un illuminatori IR

In un sistema di videosorveglianza quando si sceglie un illuminatore IR sono 4 i parametri principali che devi prendere in considerazione: lunghezza d'onda della luce IR ampiezza del fascio di emissione distanza di illuminazione durata in termini di ore di lavoro
Scendiamo nello specifico.
Ogni telecamera, in funzione del sensore, risulta essere più o meno sensibile a fonti di luce IR con lunghezze d'onda diverse. Fondamentale è quindi che la lunghezza d'onda della luce IR emessa dal proiettore sia quella a cui la telecamera è maggiormente sensibile.
L'angolo di illuminazione della sorgente IR deve sempre coprire nella sua interezza il campo di vista della telecamera utilizzata. L'angolo di emissione della sorgente luminosa deve quindi essere maggiore o uguale all'angolo di vista del sistema di ripresa utilizzato. Se l'angolo di illuminazione è più stretto, la telecamera vedrà una luce intensa nel centro della scena mentre le restanti parti saranno buie. Un ang…

cerchi una soluzione ed i fornitori non sanno che pesci pigliare. Cosa fai

Il tuo fornitore ignora i problemi e non li risolve? Leggi l'articolo di http://www.andreacamporese.it/cosa-fare-quando-un-fornitore-non-risolve-un-problema/

come vincere la tua sfida riducendo i costi e aumentando la reddittività

Certamente avrai sentito parlare di Unified Communication ma non hai del tutto fatto tuo questo termine. Niente paura ci arriveremo insieme con il mio aiuto, è un'unica risposta univoca e semplice. Ti sei mai chiesto: “Quale' la cosa più importante che posso fare per la mia azienda adesso per iniziare a migliorare la qualità del lavoro dei miei collaboratori e dare un servizio migliore ai miei clienti?” Con questa domanda hai già fatto un piccolo passo in avanti verso le unified communication. Hai già iniziato a pensare di approcciarti all'implementazione di infrastrutture di comunicazione a “prova di futuro”. Hai scoperto un problema all'interno della tua azienda che rallenta la produttività e l'efficienza dei tuoi collaboratori e perciò sei alla ricerca di nuove applicazioni in grado di migliorare questo funesto paesaggio. Nella tua testa ti frulla già l'idea ma non hai lo scatto iniziale che ti spinge a farlo. A fare che cosa? Bella domanda! A realizzare un'esp…

videosorveglianza: le 6 domande che ti devi porre nella scelta dello switch di rete

Lo switch è l'apparato che ci ti permette di interconnettere tra di loro i server e le telecamere IP e, correttamente dimensionato, ti evita che si verifichino ritardi di trasmissione e malfunzionamenti della rete. Nella maggior parte dei casi questo è già presente ma potrebbe non soddisfare le tue esigenze. Ma quali sono i parametri che ti permettono di capire se quello di cui disponi è sufficiente o se invece devi installarne uno nuovo per il tuo impianto di videosorveglianza IP. Per farlo è utile che ti poni alcune domande fondamentali:
Numero di utenze Lo switch deve avere un numero di porte sufficiente per poter collegare tutte le telecamere di rete Velocità delle porte Le porte dello switch dovrai sceglierle di velocità adeguata al tipo di terminali da collegare: 107100 Mbps se andrai a connettere una telecamera o 10/100/1000 Mbps se invece a quella porta collegherai un PC o un server che richiedono banda superiore Dorsali ottiche Nella rete vi potrebbe essere la necessità di collega…

esempi concreti di come puoi risparmiare ore lavoro mensili per ogni dipendente

Avrai certamente e, penso più volte, “passeggiato” all'interno della tua azienda. Da un ufficio all'altro, attraverso i corridoi, in magazzino per non poterti aver accorto di quanto tempo viene dedicato all'interno della stessa per parlare con i colleghi, per ricercare informazioni, per ottenere risposte e dare un riscontro.
Ti sei mai fermato a riflettere e a pensare quanto queste lungaggini possono rallentare l'attività lavorativa dei singoli e dell'azienda stessa? Nell'etere i continui: ”la richiamo...la faccio richiamare...se vuole richiamare più tardi” fanno solo da tappo alle attività in corso dequalificando le singole competenze.
Sarai rientrato nel tuo ufficio chiedendoti come poter risolvere queste problematiche come rendere la comunicazione della tua azienda breve, veloce, immediata nelle risposte e, nello stesso tempo che fornisca il massimo delle informazioni...altrimenti i clienti le cercano da qualche altra parte.
Spesso in un'azienda sono le pic…

non hai più la sicurezza che il tuo fornitore te la racconti giusta?

Sei sicuro che il tuo fornitore sia sempre sincero con te? Oppure hai appena scoperto che non lo è proprio. Oppure non sei più sicuro delle garanzie che ti aveva promesso? Leggi http://www.andreacamporese.it/scopri-se-fornitore-mente/

i quattro segreti del Cloud computing che ti cambiano l'azienda in meglio...

Ti sei mai posto la domanda di cos'è e dove si trova esattamente la Nuvola? Puoi pensare alla nuvola (in inglese Cloud) in maniera semplice: immagina molti server, molto potenti, tutti in rete fra loro. Questi server sono raggiungibili via Internet e mettono a disposizione degli utenti spazio disco, memoria, risorse, applicazioni e database come si trattasse di un calcolatore unico e superpotente. La simbologia della nuvola (cloud) deriva dal fatto che, anni fa, Internet veniva spesso rappresentata nei diagrammi in tal modo: una sorte di gigantesco etere nel cielo, sempre situato in un luogo differente rispetto alla tua casa o ufficio. Oggi questa è una metafora ancora decisamente più buona: attualmente i dati e i programmi non devono necessariamente risiedere nel tuo PC; possono infatti essere ospitati su server web Internet o, come si suol dire, su Internet. On the cloud appunto. Cluod computing significa semplicemente gestire esternamente (online) le applicazioni e le attività, i…

deregolamentazione dei servizi Ict. quali scelte infrastrutturali impongono alla tua azienda?

Con il decreto del fare (2013) si è deregolamentata l'attività delle imprese che operano su reti e sistemi fonia-dati-video interconnessi alla rete pubblica. Più specificatamente il DM 314 imponeva una specifica autorizzazione per le imprese Ict, definendo quelle in possesso dei requisiti tecnico-organizzativi ed economico/finanziari per operare su qualsiasi rete informatica connessa alla rete pubblica. Con l'approvazione del decreto del fare, invece, non è più necessaria l'autorizzazione e potenzialmente qualsiasi tecnico, a prescindere dalla sua competenza, può intervenire. Con tutto ciò con quale tipo di scelta la tua azienda pensa di operare? Con il decreto si è cercato di far passare il concetto che liberalizzando il mercato si dà una spinta all'economia, in realtà è stato deregolamentato un settore strategico. Adesso chiunque, anche un semplice elettricista senza esperienza e senza formazione, improvvisando, potrà proporsi ad aziende ed enti, fino a concorrere a band…

perché è sicuro un ponte radio wifi? I tre step fondamentali

Pensa cosa voglia dire per la tua azienda abolire l'infrastruttura di cablaggio con la conseguenza dell'abbattimento di costi iniziali di investimento e dei tempi di installazione rispetto un sistema cablato. Leggi l'articolo di http://www.andreacamporese.it/ponte-radio-rete-wifi-sicuro-criptografia-aes/

ti spiego i principali punti di dimensionamento di un sistema di videosorveglianza

Qualsiasi sia il sistema di videosorveglianza che andrai a scegliere per un corretto funzionamento, esso deve essere ben dimensionato e le performance hardware devono essere adeguate al lavoro che deve svolgere. Un hardware poco performante farà si che il tuo sistema di videosorveglianza lo sia altrettanto, inficiando il numero di frame per secondo in fase di registrazione e visualizzazione live che le operazioni di playback ed analisi video. Come devi procedere quindi? I principali punti che devi considerare per un corretto dimensionamento possono essere riassunti come segue: il numero delle telecamere per server /NVR la risoluzione richiesta per ogni canale il numero di frame per secondo complessivi e a che risoluzione questi sono supportati dal sistema. [Esempio: un sistema a 16 canali che di targa supporta 400FPS con risoluzione VGA, in caso di telecamere con risoluzione 1280x960 supporterà al massimo 100FPS totali in quanto la risoluzione è 4 volte superiore al VGA] il numero e …

qualche secondo di buio per rovinare anni e anni di duro lavoro

Sai cosa possono significare le micro interruzioni di corrente per la tua azienda? Un caso concreto.
Leggi http://www.andreacamporese.it/la-tua-azienda-potrebbe-fallire-perche-manca-la-corrente-qualche-secondo-al-giorno/

Piattaforma di comunicazione

quale scelta per il CIO in una soluzione unified communication?

Un presupposto fondamentale nella tecnologia unified communication è la cosidetta classificazione degli utenti, ovvero la suddivisione degli utenti in gruppi con caratteristiche e requisiti simili. Alcuni esempi possono essere gli utenti mobili (forza vendita sul territorio, manager che viaggiano spesso fra più sedi, ecc.), i top manager (con esigenze specifiche di mobilità, riservatezza qualità dei meeting), gli utenti fissi (impiegati amministrativi con postazione fissa e pochissimi spostamenti), gli ospiti (personale esterno all'azienda con necessità di accesso ai servizi aziendali a breve e lungo termine). Il secondo passo, basato sui profili, è l'identificazione dei casi di utilizzo, ovvero delle situazioni tipiche in cui ogni profilo d'utenza si può trovare nell'uso della tecnologia. Alcuni esempi: personale del servizio clienti che deve consultare in tempo reale colleghi di altri dipartimenti la riunione del consiglio di amministrazione in video ad ad alta defin…

hai un collegamento internet lento? scopri i possibili rimedi e soluzioni

Tutti i giorni la stessa storia. Riesco a mettere su la moka del caffè, aspettare che il caffè sia pronto e la pagine di internet non si apre ancora. Io personalmente parlo mi riferisco al mio collegamento domestico con Wind Infostrada, pessimo, velocità in down 6,89Mbps, velocità in up 0,35Mbps,   sto infatti aspettando il ritorno in Telecom Italia. Ma quante aziende, che con internet ci lavorano, hanno lo stesso mio problema domestico? Leggi l'articolo di http://www.andreacamporese.it/i-3-motivi-perche-hai-un-collegamento-ad-internet-lento/

quale soluzione utilizzare per la gestione video e lo spazio di memorizzazione nel tuo sistema di videosorveglianza?

Nella valutazione della soluzione da intraprendere la prima cosa da tenere presente è la compatibilità dei prodotti con le telecamere che hai deciso di installare. La scelta deve essere fatta tra due tipologie di gestione video diverse: Network Video Recorder Software di Videosorveglianza NVR e Software, sebbene spesso vengano upgradati attraverso il rilascio di nuovi firmware o patch, possono non supportare queste telecamere costringendoti a non optare né per l'una né per l'altra soluzione. Quindi controlla sempre la lista di compatibilità dei prodotti tenendo presente che molti sono ONVIF compliant e dunque, anche se non presenti come brand, potrebbero essere ugualmente compatibili. NVR è la soluzione più semplice tra quelle possibili in quanto il software di gestione è già precaricato ed, installati i dischi necessari per l'archiviazione dei dati, con pochi passi si effettua la configurazione di base del sistema. Nelle versioni dedicate alle piccole e medie installazioni (d…

quali verità sulle interconnessioni internet degli ISP

Quali prestazioni effettivamente percepisci dal tuo ISP (Internet Service Provider)? Leggi l'articolo di http://www.andreacamporese.it/quale-struttura-internet-service-provider-locale/ Verrai a conoscenza di verità che non hai mai pensato!

unified communication come aumentare la produttività e i ricavi aziendali

Ancora oggi molto spesso i dipendenti delle nostre aziende non sono liberi di usare gli strumenti e le applicazioni che nella loro vita privata li rendono autonomi. Smartphone e Tablet vengono visti come regali, premi o dispositivi non necessari al lavoro che devono svolgere. E' sbagliato, se vuoi trarre il meglio da una soluzione di Unified Communication, questi strumenti rendono i dipendenti autonomi e velocizzano tutte quelle azioni che sono ancora costretti a fare manualmente e ripetutamente nell'arco della giornata. Un altro esempio: Un commerciale riceve in ufficio diverse telefonate e le può vedere direttamente dal suo telefono fisso, quindi sa che deve contattare e soprattutto quale cliente non ha ricevuto risposta. Nel momento in cui esce per andare ad un appuntamento tutta questa reportistica rimane ferma in ufficio e lui è all'oscuro di tutto. Le soluzioni sono due: Dedicare una persona allo smistamento delle telefonate anche per i commerciali, aumentando i costi …

quale riduzione dei costi in una soluzione unified communication?

La tua è una piccola e media impresa che sta pensando di porre attenzione sulla tecnologia Unified Communication? Nella vita lavorativa ci sono molti aspetti organizzativi che possono trarre molti benefici dall'uso di strumenti e applicazioni sviluppati per aumentare la collaborazione fra colleghi e verso i clienti, tutto indipendentemente dal luogo in cui siamo, quindi non serve più essere obbligatoriamente in ufficio davanti alla nostra scrivania per produrre e per essere in grado di soddisfare le richieste dei clienti. La parola più usata per promuovere questo tipo di tecnologia è “Riduzione dei Costi”. Quello che non viene mai precisato però è che tipo di riduzione venga garantita. Essendo del mestiere, posso assicurarti che la riduzione dei costi è un aspetto reale. Attenzione non sto dicendo che costa meno acquistare una centrale telefonica avanzata rispetto ad una classica soluzione stand alone, ma che usando la tecnologia odierna si possono migliorare molti aspetti del lavo…

le quattro interfacce fondamentali di una telecamera

Una delle interfacce di cui è dotata la telecamera è la porta ethernet Solitamente disponibile con velocità non superiore a 100Mbps questa porta può essere usata sia per la connettività che per l'alimentazione nel caso in cui questa sia conforme a uno degli standard PoE IEEE.8023af o 802.3at. Quando scegliere una telecamera PoE? quando esiste già una rete LAN con switch conformi allo standard quando le telecamere devono essere installate dove non è presente la rete elettrica quando si vuole evitare la posa contemporanea di linee di alimentazione e dati verso i punti finali di installazione La telecamera è dotata anche di contatti che permettono, quando il sistema lo supporta, la connessione di sirene di allarme, contatti apriporta e di qualsiasi altro sistema che necessiti la chiusura o l'apertura di un contatto “pulito” a fronte di un evento o uno stato della telecamera. L'interfaccia audio non è disponibile su tutte le telecamere oppure ne dispongono solo parzialmente. Solit…

Problemi con l'adsl domestica? ti spiego, per non averli più, come deve essere il tuo impianto telefonico domestico

Voglio, con questo articolo, lasciare temporaneamente in secondo piano le esigenza e gli eventuali problemi percepiti nelle telecomunicazioni aziendali per dare una mano all'utenza domestica che, quando attiva l'ADSL, ha problemi con essa, per colpa del proprio impianto telefonico. Ad esempio perdite di portanti, che è la velocità con cui siamo collegati, e di sconnessioni quando si riceve una chiamata, o un aumento considerevole dell'attenuazione che è la dispersione del segnale che avviene dalla centrale a casa nostra. Come deve essere un impianto telefonico domestico per l'ADSL? Semplicemente tutte le prese devono essere in parallelo e non ci devono essere impedimenti come fusibili o peggio ancora condensatori. Se hai una sola presa in casa non ci sono problemi; in questo caso attacchi un filtro ADSL, il telefono e il router. Se invece hai più prese in caso sorgono i primi problemi. Perchè con l'ADSl, come ti ho sopra accennato, le prese devono essere in parallelo …